Archivi categoria: crescita

Una scoperta inattesa chiamata Leo e Vera.

Standard

Oggi voglio parlarvi di una scoperta dettata da interessi comuni.

All’inizio di questa settimana mi giunse una gentile e-mail di Olivier Turquet, che io conosco perché giornalista di Pressenza e parte del Comitato per la liberazione di Milagro Sala di cui anche io faccio parte. In questo messaggio mi raccontava di un progetto editoriale della sua casa editrice e di come, scoperta la mia formazione e professione pedagogica, avesse voluto condividere questa notizia, sicuro che sarebbe stata di mio l’interesse. Leggi il resto di questa voce

Annunci

GiocoCreAttivo in collina…Molto affollato!

Standard

Sabato mattina sono stata ospite presso la biblioteca di Prima Collina di Canneto Pavese; un particolare e interessante luogo sulle colline dell’Oltrepò.

Ho caricato scatoloni, borse piene di materiale vario con l’intento di portare l’idea e, soprattutto la pratica, di GiocoCreAttivo a genitori e bambini e bambine presenti. Leggi il resto di questa voce

Il travaso fine dell’acqua by #GiocoCreAttivo

Standard

Buongiorno; ancora una calda giornata, non è un lamento, solo una constatazione. E’ passato un po’ di tempo dall’ultimo post su #GiocoCreAttivo. Nel frattempo mi sono state fatte richieste di altri incontri informativi presso librerie e biblioteche della zona. Ve ne darò notizia non appena sarà tutto organizzato.

 

Leggi il resto di questa voce

Di incontri e bisogni altrui differenti.

Standard

E adesso?

Ieri pomeriggio sono stata ospite della Libreria Namastè a Tortona come ideatrice di GiocoCreAttivo; volevo,come è accaduto a Voghera, testare se il mio prodotto potesse interessare.CAM00093 Leggi il resto di questa voce

Di difficoltà e di parole di Anima

Standard

Oggi ho pensato di regalare un pezzo di me, forse non ancora così noto. Quella parte in cui scrivere diventa non tanto necessità, ma proposta di raccontare e offrire le proprie emozioni. Questo racconto, nacque alcuni anni addietro, sotto le spoglie del mio avatar. Fu pubblicato in Second Life e i proventi di quella vendita andarono, insieme ad altre donazioni ad Ashraya, quel luogo vero e magico che cambiò la mia vita e non solo.

Perché ho pensato di portarvi a un mio passato differente? I motivi sono essenzialmente due; sto passando un momento che chiamerei difficoltoso in ambito lavorativo e questo mi spinge a non mollare e a cercare nuove possibilità. In questo cammino mi sta al fianco, ancora una volta un’amica, che ai tempi rese più bello quel racconto con i suoi disegni. Ora Alessandra si sta occupando, di dare forma al logo per la mia nuova idea. Le sono profondamente grata e vorrei che, la pubblicazione accanto alle mie parole, dei suoi disegni di allora, sia un modo per dirle quanto riconosca il suo sostegno e la sua bravura…E la pazienza verso un’amica che trova aperta la porta quando va a bussare. E a voi vorrei installare un po’ di curiosità…A breve ne saprete di più. Buona lettura e grazie se vorrete dire a riguardo. Leggi il resto di questa voce