Archivi categoria: #educare4punto0

E infine il libro è giunto…

Standard

Avevamo dato notizia di una prossima pubblicazione online gratis molto tempo fa; all’incirca a metà settembre. Poi, come a volte accade, altre cose, altri pensieri e progetti ti portano via dall’obbiettivo. E metteteci anche un po’ di inesperienza e cocciutaggine per riuscire a fare tutto al meglio. E così siamo giunti a dicembre!

Nel frattempo,appunto, i progetti e gli impegni di #educare4.0 sono cresciuti e ci hanno regalato molta soddisfazione. Ve ne abbiamo dato notizia costantemente sulla nostra pagina Facebook. Io e Sylvia continuiamo a pensare che, il percorso che abbiamo intrapreso da quel febbraio 2015 sia in costante evoluzione, e soprattutto, che la consapevolezza portata come “strumento e mezzo” di conoscenza all’interno della rete possa creare una condivisione pedagogica di alto valore. Educare, del resto, resta la nostra prerogativa essenziale.

E ora vi lasciamo agli scritti che gli amici partecipanti ci hanno voluto regalare acconsentendo alla loro pubblicazione. Grazie e a voi tutti  e buona creativa lettura!


Nuovo post by #EduCare4punto0

Standard

SE FACESSIMO FINTA CHE…

E’ estate pensando ai bambini e soprattutto ai ragazzi, alcuni di loro, forse già alle prese con i “compiti estivi” (quelli per non dimenticare ciò che si è fatto) a noi di EduCare4.0 è venuta in mente un’ipotesi di esercizio di #educazionedigitale condivisa.

Per continuare a leggere clicca il link: https://goo.gl/bERWnv

E buoni compiti a tutti e tutte!pixlr_20170711152443533

Qualcosa sta accadendo intorno ad EduCare4.0

Standard

Questo post vuole essere un prendere atto che qualcosa sta accadendo e che anche dall’esterno qualcuno lo nota. In particolare mi riferisco al lavoro che, insieme a Sylvia,  portiamo avanti rispetto ad EduCare4.0. Leggi il resto di questa voce

Di no fermi e buone pratiche di coerenza.

Standard

Capita di essere coinvolti e osservare scene di educazione digitale quotidiana che in realtà poco hanno a che fare con educere.

Un bambino, presumibilmente di 4 anni rifiuta di consegnare il tablet alla madre, pur sotto calma e pacata insistenza. Si siede a tavola per mangiare, con l’oggetto spento stretto tra braccio e tronco, e con l’altra mano impugna la forchetta. Leggi il resto di questa voce