Archivi categoria: arrivederci

Una donna preziosa…Nomita Chandy a precious woman

Standard

Sono venuta a conoscenza oggi pomeriggio della morte, ieri, di Nomita Chandy.

Nomita, insieme a Shanthi Chacko e Rama Ananth, avevano fondato Ashraya…ho avuto la gioia e la fortuna di conoscerla, come tante madri e padri che sono diventati tali, una volta superato il cancello d’ingresso di quell’isola verde in mezzo a Bangalore.

Qui vi lascio una sua intervista sui “bambini invisibili” e sulla cura necessaria dopo la loro uscita dalle cosiddette “case di correzione”.

In questi momenti non vengono tante parole; ricordi e immagini. E sono consapevole che l’emozione fa anche “sche2014-01-05 16.57.43rzi strani”; alla notizia mio figlio ha detto di non ricordarsela, ma gli occhi brillavano e poi un “sì, mi ricordo”. Namaste, Nomita…grazie.

I learned this afternoon of the death yesterday of Nomita Chandy.

Nomita, along with Shanthi Chacko and Rama Ananth, had founded Ashraya … I had the joy and the good fortune to meet her, as many mothers and fathers who have become parents, once past the gate of the green island  in the middle of  Bangalore, as Ashraya is.

Here I leave a Nomita’s interview on the “invisible children” and care needed after their exit from the so-called “houses of correction”.

In these moments are not so many words; only memories and images. And I know that emotion make  also “strange jokes”; about news my son said he did’nt remember her, but his eyes were shining, and then a “yes, I remember.” Namaste, Nomita … many thanks.

Analisi del 2014…e siamo qui!

Standard

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2014 per questo blog.

Ecco un estratto:

Un “cable car” di San Francisco contiene 60 passeggeri. Questo blog è stato visto circa 1.700 volte nel 2014. Se fosse un cable car, ci vorrebbero circa 28 viaggi per trasportare altrettante persone.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

arriverderci 2

Standard

…finalmente piena estate!

Finalmente la scuola è terminata(da tempo lo so, ma qualcuno comincia a rendersi conto ora che “ci sarà una nuova scuola…i professori” e aggiungo io come mamma, la voglia di un cambiamento e “girare pagina”)

Finalmente tra un po’ si andrà in ferie…l’anno scorso di questi tempi formulavo un “arrivederci” ad amici e colleghi; non avrei certo immaginato che sarebbe stato così breve il tempo di tale saluto.

La vita mi ha portato a prendere la decisione di “ridurre il tempo spaziale e mentale” del mio lavoro quotidiano con la conseguenza che avrò un lavoro sulla carta “più sicuro” ma non quantitativamente uguale…ma il tempo per il mio altro “profondo” (che quest’anno malgrado le difficoltà, ricordate il post -2?, è cresciuto e maturato), dicevo il mio tempo altro, sarà maggiore…questa è stata la spinta più forte per la scelta oltre che una grossa fatica mal retta mista ad errori non voluti…ad ora la voglia più grande è di riposare, e poi si ricomincia. E saluterò con un altro “arrivederci”…non della stessa intensità.

E intanto intorno ho visto sbocciare i papaveri…

l'estate dei papaveri